download (1)

Dal primo novembre 2016 è possibile marcare CE le porte resistenti al fuoco e inizia il periodo di transizione di tre anni. La norma EN 16034/2014 “Porte pedonali, industriali, commerciali da garage e finestre apribili – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Caratteristiche di resistenza al fuoco e/o tenuta al fumo”, è finalmente entrata in vigore ma deve essere applicata insieme alle norme di prodotto EN 14351-1/2016 Finestre e porte – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Parte 1: Finestre e porte esterne pedonali e alla EN 13241/2016 Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali).

La norma UNI EN 16034 rappresenta una rivoluzione nel settore in quanto modificherà per sempre  il meccanismo di omologazione delle porte tagliafuoco instaurato da decenni dal nostro Ministero dell’Interno. I prodotti marcati CE potranno pertanto circolare liberamente in tutto lo spazio EEA-European Economic Area senza l’obbligo di rifare le prove di laboratorio.

Tra i requisiti essenziali è stato introdotto nella norma la prestazione di controllo della dispersione del fumo, requisito S del D.M.Int 03-08-2015, una novità nella normativa di prevenzione incendi italiana.

La GUUE ha specificato che la norma è applicabile solo se esiste la norma specifica di prodotto. Pertanto al momento la marcature CE non può essere applicata alle porte interne, per le quali la norma di prodotto non è ancora stata emessa e della quale non si conosce la data di emissione (EN 14351-2.)